venerdì 13 marzo 2015

PARIGI...il ritorno!!!

Dopo tre anni torniamo a Parigi, l'emozione è sempre quella della prima volta.
Nuove cose da vedere e le classiche tappe da ripetere ad ogni viaggio perchè non ti potrebbero stancare mai: Tour Eiffel, Louvre, Sacro Cuore ecc...

Arriviamo in serata a Parigi e dopo esserci sistemati in albergo raggiungiamo il centro nei pressi di Notre Dame per cenare al Maoz, una catena di fast food vegetariana a base di panini con falafell (polpette di ceci, per chi ancora non le conoscesse). A pancia piena raggiungiamo la cattedrale affiancata da una magnifica luna piena, ci godiamo il panorama scattando qualche foto prima di tornare in albergo a riposare.


Siamo a domenica e come da programma ci prepariamo per passare parte della giornata alla tattoo convention di Parigi, Le mondial Du Tatouage, una delle più importanti dello scenario europeo e una delle più belle fra quelle che ho visto finora.



La tattoo convention è molto bella, c'è tanto da vedere, tantissimi artisti che desideravo veder in azione e rimaniamo fino a tardo pomeriggio. L'albergo è proprio vicino così decidiamo di fare un salto per poi riuscire immediamente alla volta del quartiere ebraico Les Marais per cenare all'Au Du Fallafel, uno dei più rinomati "falafelari" della zona, proseguiamo con una passeggiata nel quartiere de Les Halles, nei pressi de Centre Pompidou e la piazza della Bastiglia.
Le Ecoute nei pressi della chiesa di St. Eustache a Les Halles

Il lunedì mattina prendiamo la metro e decidiamo di scendere nei pressi de Louvre, la fila per entrare è tantissima, il lunedì quasi tutti i musei son chiusi tranne il Louvre, fortunamente non è nei nostri piani entrarci una seconda volta e dopo due passi e qualche scatto decidiamo di fare il tour sul batobus, navetta fluviale che lungo la Senna fa 8 tappe strategiche (Tour Eiffel, Musèe d'Orsay, st. Germain,  Notre Dame, Jardin des Plantes, Hotel de Ville, Louvre, Champs Elysèes). é così bello e rilassante che facciamo quasi due giri completi.


 Scendiamo alla fermata della Tour Eiffel, per prendere la metro e dirigerci verso una delle tappe più attese, il parco Citroen per il nostro desiderato volo in mongolfiera. A me non è sembrato così semplice trovarlo e credo sia così per molti visto che stranamente non c'era nessuno a far la fila. Anzi temevamo non ci avrebbero fatti salire solo in due. E invece, la mongolfiera tutta per noi, che emozione.E che vista.


Concludiamo la serata raggiungendo la suggestiva e affascinante Montmantre. Saliamo al Sacro Cuore per goderci la vista e per vedere la basilica al suo interno, cosa che non avevamo fatto il viaggio precedente. Una birra in un locale nei pressi della Place du Tertre, pittoresca e suggestiva, sempre piena di pittori e ritrattisti e ci perdiamo a gironzolare nelle viuzze che ci portano a Pigalle e davanti al Moulin Rouge.
Le ultime ore prima della partenza le utilizziamo per visitare la mostra "Tatoueurs, Tatoués" al Museo di Quai Branly, stampe, fotografie, disegni, cimeli e attrezzi relativi al mondo del tatuaggio.







L'ultima immagine di Parigi prima di dirigerci verso l'aeroporto è la vista della Tour Eiffel dai giardini del Trocadero: 



 Au revoir!!!

Nessun commento:

Posta un commento